• celebrare la seconda domenica di Pasqua

    PRESENTAZIONE
    Con questa domenica, detta “domenica in albis depositis” si conclude una settimana chiamata
    “ottava di Pasqua”. Otto giorni nei quali abbiamo riascoltiamo insistentemente l’annuncio della
    risurrezione: “Il Signore è Risorto! È veramente Risorto!”.
    Come se dovessimo convincere i nostri cuori ad aprirsi all’annuncio incredibile della risurrezione.
    Perché non è affatto immediato credere a quelle parole. Sembrano incredibili. Per questo la liturgia
    le fa risuonare.

  • Celebrare la domenica nelle case

    TEMPO DI PASQUA

  • omelia 18 aprile 2020

    Vangelo

    Andate in tutto il mondo e proclamate il vangelo.

    Dal Vangelo secondo Marco
    Mc 16,9-15

    Risorto al mattino, il primo giorno dopo il sabato, Gesù apparve prima a Maria di Màgdala, dalla quale aveva scacciato sette demòni. Questa andò ad annunciarlo a quanti erano stati con lui ed erano in lutto e in pianto. Ma essi, udito che era vivo e che era stato visto da lei, non credettero.

  • omelia 17 aprile 2020

    Vangelo

    Gesù si avvicinò, prese il pane e lo diede loro, e così pure il pesce.

    Dal Vangelo secondo Giovanni
    Gv 21,1-14

    In quel tempo, Gesù si manifestò di nuovo ai discepoli sul mare di Tiberiade. E si manifestò così: si trovavano insieme Simon Pietro, Tommaso detto Dìdimo, Natanaèle di Cana di Galilea, i figli di Zebedèo e altri due discepoli. Disse loro Simon Pietro: «Io vado a pescare». Gli dissero: «Veniamo anche noi con te». Allora uscirono e salirono sulla barca; ma quella notte non presero nulla.

  • omelia 16 aprile 2020

    Vangelo

    Così sta scritto: il Cristo patirà e risorgerà dai morti il terzo giorno.

    Dal Vangelo secondo Luca
    Lc 24,35-48

    In quel tempo, [i due discepoli che erano ritornati da Èmmaus] narravano ciò che era accaduto lungo la via e come l'avevano riconosciuto nello spezzare il pane.

  • omelia 15 aprile 2020

    Vangelo

    Riconobbero Gesù nello spezzare il pane.

    Dal Vangelo secondo Luca
    Lc 24,13-35

    Ed ecco, in quello stesso giorno, [il primo della settimana,] due [dei discepoli] erano in cammino per un villaggio di nome Èmmaus, distante circa undici chilometri da Gerusalemme, e conversavano tra loro di tutto quello che era accaduto.

  • omelia 14 aprile 2020

    Vangelo

    Ho visto il Signore e mi ha detto queste cose.

    Dal Vangelo secondo Giovanni
    Gv 20,11-18

    In quel tempo, Maria stava all'esterno, vicino al sepolcro, e piangeva. Mentre piangeva, si chinò verso il sepolcro e vide due angeli in bianche vesti, seduti l'uno dalla parte del capo e l'altro dei piedi, dove era stato posto il corpo di Gesù. Ed essi le dissero: «Donna, perché piangi?». Rispose loro: «Hanno portato via il mio Signore e non so dove l'hanno posto».

  • PASQUA 2020

    Auguri di Buona Pasqua 2020!

  • n. 32 del 12 aprile 2020 Pasqua

    Com’è difficile Signore gioire, fare festa,
    senza poterci abbracciare e baciare
    o regalarci un sorriso, una stretta di mano,
    uno scambio di sguardi che dicono tutto ciò che hai nel cuore...
    in questo tempo di isolamento forzato
    ci mancano i gesti che dicono più delle parole
    E allora il pensiero va a te Gesù,
    in questi giorni ho pensato ai tuoi gesti
    ai sentimenti che anche Tu hai provato
    quando chiami e il tuo sguardo legge il cuore
    quando incontri e ascolti
    quando con pazienza ti siedi e insegni

  • commento sabato santo 11 aprile 2020

    LIBRO DEL PROFETA GIONA - 2

    1Ma il Signore dispose che un grosso pesce inghiottisse Giona; Giona restò nel ventre del pesce tre giorni e tre notti.

  • Pagine